FOTO BAR 600 X 400 13 03 2018 05 

Preparazione tecnica, raffinatezza, cura dei dettagli ed eleganza sono stati i principali ingredienti che, insieme ad una palpabile dose di emozione, hanno contraddistinto le ultime due edizioni della “Cocktail Competition”, svoltesi presso le Sedi della Confcommercio di Sassari e di Olbia.

Dopo oltre 15 anni di onorato servizio, la tradizionale gara amichevole tra gli allievi dei corsi per Barman, promossi da Performa Sardegna, l’Agenzia Formativa dell’Organizzazione Datoriale, lungi dal mostrare i segni dell’età, continua ad essere un appuntamento fisso, particolarmente sentito e coinvolgente, sia per gli addetti ai lavori operanti presso le imprese del comparto turistico-ricettivo e dei pubblici esercizi che per la folta platea degli appassionati.

Anche in questa occasione, i partecipanti, sapientemente coordinati e guidati dal Maestro Pierluigi Cucchi, hanno avuto modo di mettere in pratica le competenze acquisite, esibendosi davanti a due giurie qualificate, composte da titolari d’azienda, docenti, estimatori ed esperti, con una ricca serie di “ricette” originali, appositamente elaborate e guarnite con maestria utilizzando tecniche accattivanti di intaglio dei vegetali.

I membri delle due giurie incaricate - chiamati ad esprimersi in merito agli aspetti tecnici, al gusto ed alla presentazione delle bevande miscelate in gara – hanno espresso il massimo apprezzamento per l’elevato livello di preparazione raggiunto da tutti gli allievi che, grazie alle capacità didattiche del Maestro Cucchi, frutto di una impeccabile carriera professionale interamente dedicata al mondo del Bar, sono stati artefici e protagonisti indiscussi di una manifestazione progettata con cura in tutti gli aspetti.

Hanno vinto la competizione, classificandosi al primo posto nelle rispettive graduatorie: Adriana Tanda, con il cocktail “VIOLET DREAM’”, e Damir Nuhic, con il cocktail “DYMIRO”.

La prima, a Sassari, ha presentato un “pre dinner” a base di gin, marendry, parfait amour, vermouth dry, zucchero e angostura.

Il secondo, ad Olbia, ha invece proposto un “pre dinner – champagne cocktail” composto da gin, aurum, biancosarti, prosecco dry, angostura e zucchero.

In seconda posizione, ex aequo, Claudio Carminati e Salvatore Filippo, tra gli Allievi di Sassari, nonché Pasquale Solimine e Sara Taras, tra quelli di Olbia.

Terzi classificati a pari merito: Angelo Raffaele Del Rio, Alessandra Lai e Gianluca Mosseddu (Sassari), nonché Antonio Porcheri, e Mirko Piras (Olbia).

Il premio Speciale della Giuria è stato assegnato, ad Olbia, al giovane e promettente Barman, Gabriele Carboni .

Hanno, inoltre, partecipato con profitto, nella sede di Sassari: Alpha Baldeh, Eleonora Calvia, Alessandro Canu, Maurizio De Felici, Daniela Di Matteo, Gavino Ignazio Filigheddu, Francesco Fois, Antonio Marceddu, Gian Vito Melino, Mario Carmine Piredda, Daniela Ruzzu, Gianmarco Sanna, Maria Andrea Sanna, Sabrina Tolla e Giuseppe Tuseddu.

Si sono esibiti, nella sede di Olbia: Gilda Devilla, Marta Ferinaiu, Matteo Floris, Michela Mamia, Valeria Manca, Marcella Nicoli, Valeria Pirisinu, Maria Cristina Pittui, Fabio Sanna, Giusy Santangelo.

A conclusione della manifestazione, nel ringraziare il Maestro Cucchi e, indistintamente, tutti i partecipanti, per l’appassionato impegno profuso sia durante l’intero percorso formativo - di primo e di secondo livello - che in occasione dell’evento finale, i dirigenti della Confcommercio e di Performa, complimentandosi con i giovani allievi per il brillanti risultati ottenuti, li hanno spronati a perfezionare e ad aggiornare le competenze acquisite con costanza e dedizione, nella consapevolezza degli indiscutibili, positivi riflessi, per le aziende e per i singoli lavoratori, che derivano da una piena e consapevole fruizione dei processi di formazione continua.

Vantaggi che, in questo campo, diventano assolutamente essenziali in un territorio ad elevata vocazione turistica come il Nord Sardegna che sta puntando sempre di più sulla formazione continua degli operatori del comparto e dei loro collaboratori quale leva strategica per aumentare la capacità competitiva delle singole imprese e, con esse, dell’intero sistema turistico locale e regionale.

Non a caso, l’Ente Bilaterale del Turismo (EBTS) – e, in parte, quello del Terziario - ha ritenuto, anche in questa occasione, di offrire il proprio, tangibile contributo finalizzato a garantire la realizzazione dell’iniziativa, finanziando un congruo numero di voucher per consentire la partecipazione attiva alle attività formative di un cospicuo numero di lavoratori del settore che hanno mostrato vivo interesse per i contenuti di un percorso didattico, completo e coinvolgente.

Tutto ciò con l’obiettivo, non secondario, di favorire l’apprendimento delle tecniche, delle abilità pratiche e delle nuove modalità operative, parte integrante della moderna professione del Barman, che consentono alle imprese del comparto di soddisfare i molteplici gusti dei consumatori e di venire incontro alle attese emergenti di un’utenza sempre più competente e consapevole.